La palma della pace

Dopo quasi un anno di difficile posizionamento sulla spinosa questione “Olio di Palma”, Ferrero lancia un segnale forte con un nuovo spot:

Che dire? Lo spot è il più classico degli esercizi:

Problema: la gente pensa che l’olio di palma faccia male. (non entro minimamente nel dibattito nutrizional-eco-markettaro, ci mancherebbe pure.) Il nostro prodotto di punta (la Nutella) è olio di palma. Risolvere.

Soluzione: il NOSTRO olio di palma non fa male.

Creatività zero, impatto ferreriano (lo spareranno in continuazione fino a Natale). Lo spot è base, quanto base il concept sfruttato.

Hanno atteso tutti gli altri, hanno ponderato la risposta e hanno sparato.

Avranno risolto il problema? A mio parere qui la questione è un’altra: tutte quelle altre marche (Mulino Bianco, Colussi, etc, etc…) che sono corse subito ai ripari, che hanno immediatamente scritto: SENZA OLIO DI PALMA, ora cosa faranno? Se Ferrero riuscirà a convincerci (e perché non dovrebbe) che c’è olio di palma e olio di palma, che c’è l’attenzione alla qualità e l’attenzione alle mode, che c’è Ferrero e poi tutti gli altri, come potranno tornare indietro? Dovranno difendere a spada tratta questo nuovo corso “olio di palma free” o, nel silenzio, ricominceranno tutto come se nulla fosse successo?

La lezione che si impara è: il posizionamento è una cosa seria. Come la qualità.

Schermata 2016-10-29 alle 16.30.25.png

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...