Tristezza

Questa la campagna di Lorenzo Marini, trovata sul quotidiano.

Mi permetto di essere un po’ triste.
Triste per questa copy-ad anni ’80.
Triste perchè si specifica subito “Uomini (ma intendiamo ovviamente anche donne)”. Eh già, di questi tempi meglio essere politicamente corretti e incredibilmente banali.
Triste perchè dopo 200 parole su “cosa amano gli americani” si dice “Ma questo lo sapete già”. E allora perchè ci hai appena rotto i coglioni?
Triste perchè si parla di “presentazioni sempre uguali a se stesse” tramite una copy-ad come se ne vedono a centinaia.
Triste perchè sul finale si dice “Noi non possiamo chiamarvi.”. A parte la tristezza intrinseca della cosa…come risolvi il problema? Comprando una bella pagina di giornale? Una telefonata costava meno e in tempo di crisi…
Triste perchè Power Point è l’unica cosa che sembra importare. Cazzo Power Point è morto almeno 10 anni fa, ci mancherebbe pure che lo usiate ancora per le presentazioni.
Triste perchè l’ha scritta (neanche troppo bene, intendiamoci) Lorenzo Marini Group, nome storico del nostro panorama pubblicitario.
Che tristezza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...