Indigeribile McDonald

Ultimamente assisto a parecchi botta e risposta che rimbalzano in rete regalando a tutti grande divertimento.
Ultima bagarre in ordine temporale è quella tra McDonlad e Slowfood.
Qui il pomo della discordia:

Un minimo di storia: Mc assolda il buon Giampiero Marchesi tra le sue fila e gli fa firmare un pò di panini. Per un uomo di marketing ( direi…anche di marketing…) come mois la cosa non è sconvolgente: ci sta. Per altro a sito le cose vanno anche meglio. Tutto curato, tutto giusto.
Cosa succede poi? La campagna stampa. Quella di cui sopra, che chiosa: “Slow e fast non sono mai andati così d’accordo.” Un accostamento audace molto markettaro che ha radici nell’infelice moda di appropriarsi di linguaggi/simboli di tribù per sembrare più al passo coi tempi.
Bene, quelli della Slowfood non hanno “digerito” la campagna e sono partiti con un immediato contrattacco:

Pulita, semplice e raffinata. Una risposta degna di un humus 2.0. Qui anche la parte a sito.
Cosa impariamo? Che strumentalizzare movimenti nati dal basso è sempre una mossa un pò sconsiderata e altrettanto sbagliata in termini di marketing.
Trovata qui!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...